Comunicato Stampa
dell'Antoniano di Bologna

 
"Il momento è molto complesso e le nuove restrizioni sono difficili da affrontare, dobbiamo, però, mantenere sempre accesa la speranza e, soprattutto, restare uniti: solo mantenendo la coesione e aiutandoci a vicenda riusciremo a superare questa fase così critica per tutti". Il direttore dell’Antoniano di Bologna: fr. Giampaolo Cavalli, in questo momento di intensificazione dell’emergenza coronavirus, lancia un messaggio di speranza a tutti i cittadini di Bologna, rassicurandoli sul fatto che "l’Antoniano resterà sempre un punto di riferimento per le persone che hanno bisogno di aiuto e nessuno verrà lasciato solo". 
 
In seguito all’emanazione dei nuovi decreti per il contenimento dell’emergenza Covid-19, Antoniano ha dovuto ripensare i propri servizi, al fine di restare accanto, in sicurezza, alle persone in difficoltà. 
 
Il servizio quotidiano della mensa Padre Ernesto, per garantire il corretto distanziamento tra le persone, è stato organizzato in tre turni, che permettono di servire in sicurezza oltre 150 pasti al giorno. "Le temperature si stanno abbassando e le giornate di maltempo saranno sempre più frequenti. È fondamentale, per chi vive in strada o si trova in una situazione di disagio e bisogno, poter contare, seppure con tutte le misure di prevenzione previste, su un luogo caldo e al coperto in cui poter vivere in maniera serena almeno il momento del pasto", spiega fr. Giampaolo Cavalli. 
 
Il servizio della mensa serale del lunedì sera per le famiglie è stato sospeso, ma continua la distribuzione di pacchi alimentari con tutti i beni di prima necessità. "In questi mesi di emergenza – aggiunge fr. Giampaolo – abbiamo registrato un aumento nelle richieste di sostegno alimentare da parte di famiglie in difficoltà a causa di nuovi problemi economici e lavorativi, ma anche una maggiore richiesta di sostegno sul fronte del supporto scolastico per i bimbi, perché chi aveva già difficoltà è rimasto ancora più indietro". Dall’inizio dell’emergenza a oggi i pacchi alimentari consegnati sono oltre 700.
 
In relazione alle iniziative culturali, è stata sospesa, in ottemperanza ai decreti di ottobre, l’attività del Cinema Teatro Antoniano, mentre proseguono, nel rispetto del distanziamento sociale, i corsi dell’Accademia Antoniana, esclusi quelli di danza, parte dei quali continueranno in forma di didattica a distanza. Attivi, all’aperto, i Laboratori Migranti.
 
Bologna, 28 Ottobre 2020

tag. bologna,


Bookmark and Share

PROSSIMI EVENTI
Newsletter
 Aut. Tratt. Dati
Calendario Eventi